Home :: Unità Funzionali
Chirurgia Vascolare, Endovascolare ed Angiochirurgia Miniinvasiva
Riferimento telefonico, 081/7173703.
Responsabile infermieristico: III piano - Sig.ra Vitiello Rosaria.
Riferimento telefonico (II classe - II piano) 081/7173702,
Responsabile infermieristico: Sig. Dardano Alfredo
Riferimento telefonico (I classe - V piano) 081/7173705,
 
Responsabile infermieristico: Sig.ra Stefania Manzi
 
Resp. Infermieristico del Complesso Operatorio: Sig.ra Rosaria Leongito
 

Attività

Il nostro centro è stato tra i primi in Italia ed Europa a praticare la chirurgia mininvasiva dell’Aorta ed endovascolare. Particolare attenzione viene dedicataalla diagnosi, screening e terapia degli Aneurismi dell’Aorta Addominale (AAA),e delle arteriopatie croniche ostruttive (ACO), nonché delle malattie delle carotidi e tronchi sovraortici (TSA) per la prevenzione dell’ictus cerebrale ischemico; uguale impegno viene offerto per la diagnosi e terapia di tutte le malattie delle vene e dei linfatici.

Nel nostro paese l’ictus rappresenta la terza (e si avvia a divenire la seconda) causa di morte dopo le malattie cardiache e le neoplasie, ed è la prima causa di invalidità permanente e la seconda di demenza. In Italia sono 200.000 le persone colpite da ictus ogni anno (il che significa per la Campania, 55 soggetti ogni giorno!): di queste, 40.000 muoiono entro breve termine e altre 40.000 perdono

completamente l’autosufficienza, cambiando radicalmente la loro vita e quelladelle loro famiglie. Pertanto – ben rendendosi conto di quanto sopra –

l’Amministrazione in uno con il Reparto di Chirurgia Vascolare ha deciso di offrire

gratuitamente a tutti i ricoverati della Clinica Sanatrix di età superiore a 45 anni l’effettuazione di un ecocolordoppler (ECD) dei TSA, nell’ambito di unaconsulenza angiochirurgica, al momento del ricovero, inquadrando tale esame aggiuntivo come rientrante nella routine di ingresso.

Gli Aneurismi dell’Aorta Addominale (AAA) sono aumentati enormemente negli ultimi anni, passando da 8,7 casi / 100.000 abitanti per il decennio 1951/60,a 60,7 / 100.000 abitanti durante l’ultimo decennio 1991/2000 (ISTAT, Roma). Il che significa che a Napoli e nel suo immediato hinterland vi sono oltre 1200persone che vanno in giro con un AAA senza probabilmente neanche sapere di averlo.

CMS-solution powered by LoFaiTu.it